Autore: Gilberto Colombo

Laureato in lingue, insegno francese nella scuola secondaria di primo grado. Ho esperienze lavorative internazionali e mi appassiona il mondo della scuola.

L’internazionalizzazione è diventato uno degli obiettivi prioritari delle scuole italiane. Il 78% delle scuole aderisce ad almeno un progetto internazionale; nel 76% degli istituti sono presenti docenti referenti per l’internazionalizzazione; il 72% coinvolge gli Organi Collegiali nella progettazione delle iniziative e più della metà dei dirigenti e docenti referenti (56%) partecipano a corsi di formazione dedicati. Ma, soprattutto, dopo il calo dovuto alla pandemia, gli studenti ricominciano a partire su larga scala: una scuola su due (46%) attesta di avere almeno un suo alunno all’estero. (fonte: Rapporto 2022 Osservatorio sull’Internazionalizzazione di Fondazione Intercultura). Ma le scuole sono pronte a…

Leggi tutto

La procura di Bolzano ha chiesto il rinvio a giudizio per Vincenzo Gullotta, il dirigente delle Foscolo, Franco Lever e l’insegnate di tecnologia, Francesco Migliaccio. Pesante l’accusa di cui dovranno rispondere: falso ideologico commesso da pubblico ufficiale in atti pubblici. La vicenda si riferisce al 2020 fa quando i voti del figlio del sovrintendente, ritenuti troppo bassi, erano stati modificati. Dopo una telefonata di Gullotta alla scuola il consiglio di classe era stato riconvocato per sanare quello che era stato definito un errore formale. Il sovrintendente non ha mai negato la telefonata, ma si è sempre difeso dicendo di non…

Leggi tutto

Il Consiglio dei ministri di ieri non ha approvato solo la ridefinizione di diversi ministeri, tra cui quello dell’Istruzione che ingloba il Merito, ma anche la linea che il Governo intende attuare in vista della imminente presentazione della Legge di Bilancio: la priorità da finanziare, ha detto la premier Giorgia Meloni con l’assenso dei suoi ministri, rimangono le bollette, sempre più alte a seguito del caro-energia e dell’inflazione, che gli italiani dovranno pagare nel 2023. “La situazione è seria”, scrive oggi la stampa, specificando che “saranno due i provvedimenti in materia finanziaria da parte dell’esecutivo. Il primo, da 9,5 miliardi,…

Leggi tutto

Progetto fortemente voluto dalla Dirigente Gabriella Bruccoleri Nel progetto “Bull out: in gioco contro il bullismo” 11 scuole di Agrigento con la “Guarino” come capofila in collaborazione con i ragazzi di Mabasta Mirko, Francesco e Filippo in trasferta da Lecce per sensibilizzare e rendere proattivi gli studenti siciliani   Ha avuto inizio nei giorni scorsi l’importante iniziativa di rete per contrastare il fenomeno del Cyberbullismo denominata “Bull out: in gioco contro il bullismo”, la quale vede coinvolte 11 scuole della provincia di Agrigento, diverse associazioni del territorio ed i giovanissimi animatori del Movimento anti bullismo “MABASTA” di Lecce. L’Istituto capofila del progetto è…

Leggi tutto

IL RAPPORTO OCSE FOTOGRAFA IL SISTEMA DI ISTRUZIONE ITALIANO: SEMPRE POCHI GLI INVESTIMENTI E’ un quadro che richiede decisioni complesse. Serve un piano di investimenti e misure che vanno definite oggi per disegnare la scuola che vogliamo nei prossimi anni. Un grande piano Marshall per l’istruzione: era questo il sogno bello di una pandemia che aveva sottratto porzioni di vita agli italiani. Uno slancio ideale, perché – commenta Giuseppe D’Aprile, segretario generale della Uil Scuola Rua – in quel momento critico si era perfettamente percepita l’importanza del sistema scolastico nazionale. Oggi – a scuole riaperte con areazione naturale, con carenza…

Leggi tutto

CONTRATTO SCUOLA Allarme UIL: destinate ad altro uso le somme che servivano per rinnovare il contratto  D’Aprile: non è questa la direzione da seguire. Così la chiusura del contratto si allontana. E’ già successo: quasi 2 miliardi di euro destinati alla scuola scostati dai fondi del PNRR. E si prosegue: 300 milioni del budget a disposizione per il rinnovo del contratto di lavoro del personale della scuola, altri 28 milioni dal fondo di istituto vengono destinati ad altro. Misure dettate da politiche ragionieristiche con le quali ci si preoccupa di restare nel quadrato delle misure di gestione della finanza pubblica,…

Leggi tutto

La Banca d’Italia offre, per l’anno scolastico 2022-23, 237 PCTO per più di 2400 studentesse e studenti sulla base del Protocollo d’intesa con il Ministero dell’Istruzione. I percorsi si svolgeranno in presenza, nel rispetto dei Protocolli per le misure di contenimento del contagio COVID-19 adottate dalla Banca d’Italia. La verifica delle condizioni concrete necessarie per il rispetto dei predetti Protocolli compete ai Capi delle strutture della Banca interessate. Le scuole e le strutture della Banca potranno peraltro accordarsi per lo svolgimento dei percorsi online o in modalità ibrida (alcuni giorni in presenza e alcuni da remoto) sia in considerazione delle…

Leggi tutto

La conferma delle assunzioni dei docenti di sostegno anche dalla prima fascia Gps, così come introdotto con il DL Sostegni bis, è importante ed andrebbe allargata alle discipline comuni, ma non è certo risolutiva. Anche questa estate, a causa del numero esiguo di docenti specializzati e di un numero di posti vacanti altissimo a fronte del quale l’amministrazione non ha saputo rispondere con rimedi adeguati, ci dobbiamo aspettare un numero record di supplenze. A fronte di 30.349 posti di sostegno autorizzati dal Mef solo per il sostegno (un terzo quindi delle 94.130 immissioni in ruolo totali comprendendo anche tutte le…

Leggi tutto

Tra i tanti docenti precari che verranno esclusi dalle Gps 2022-2024 figurano incredibilmente anche tutti coloro che si laureeranno dal 1° giugno al 20 luglio 2022: lo prevede l’Ordinanza pubblicata l’11 maggio scorso dal ministero dell’Istruzione. Tale ordinanza non ha tenuto conto delle osservazioni fatte dai sindacati, come pure dal Consiglio superiore delle pubblica istruzione e dal Consiglio di Stato. A breve partiranno ricorsi specifici al Tar del Lazio per chiedere l’inserimento nella seconda fascia delle Gps 2022 di chi si laurererà entro il prossimo 20 luglio.

Leggi tutto

Le proposte in materia di formazione in servizio e valutazione degli insegnanti contenute nel decreto legge 36 approvato il 30 aprile scorso sono, per la FLC CGIL, inaccettabili.  Il Governo introduce per legge la valutazione degli insegnanti, scavalcando il contratto e finanziandola attraverso il taglio di circa 10 mila cattedre e la riduzione dei finanziamenti già esistenti della card docenti e dei fondi della legge 440/97 sull’autonomia scolastica. La valutazione prevista dal decreto è tutta incentrata sulla formazione in servizio, con un percorso triennale fatto di valutazioni intermedie e finali nelle quali il docente deve dimostrare di aver raggiunto un…

Leggi tutto